fbpx
Site Overlay

Apre Extrachiosco, il FoodHub per la comunità

extrachiosco Solaro

Sabato 29 maggio nel rinnovato Parco Vita di Solaro prenderà ufficialmente vita il progetto “Extrachiosco, il chiosco X la comunità”. 

Questo progetto nasce della coprogettazione tra il Comune di Solaro, la Cooperativa sociale Arca di Noè e la Cooperativa Stripes Onlus: “Extrachiosco” non sarà un semplice bar all’interno di un parco, ma un vero e proprio chiosco sociale caratterizzato da un’offerta di eventi, laboratori, incontri che vedranno la comunità protagonista, un luogo dove bambini, giovani, adulti e anziani, persone con fragilità potranno condividere del tempo.

Il chiosco sarà aperto nei mesi estivi fino ad ottobre: durante la settimana prevalentemente nella fascia che va dal pranzo e si estende nel pomeriggi, mentre nei fine settimana durante tutto l’arco della giornata per accogliere le persone che frequentano il Parco Vita.

L’obiettivo è quello di trasformare il parco in un vero e proprio laboratorio sociale, culturale e ricreativo, dove i cittadini possano trovare stimoli e occasioni che pongano al centro la relazione persone-comunità.
Un luogo dove desideri, bisogni e competenze di ciascuno possono emergere, incontrarsi e aggregarsi, dando vita a nuovi legami e appartenenze sociali a vocazione locale.

Roberto Moroni, Direttore Coop. Arca di Noè racconta:
«Nella gestione delle attività del chiosco saranno impiegate anche persone svantaggiate con l’obiettivo di realizzare percorsi di inserimento sociale e lavorativo per le fasce più fragili; crediamo che questa sia anche un’occasione per vivere questa esperienza in un’ottica inclusiva e aperta al territorio».

Le attività proposte

Le attività proposte avranno come obiettivi quelli di favorire la socializzazione, valorizzare l’ambiente naturale, promuovere esperienze culturali e sportivo/amatoriali attraverso laboratori, atelier, momenti di benessere e piccoli eventi, che andranno ad arricchire ed interconnettersi con il palinsesto di proposte promosse dall’amministrazione comunale.

Un progetto sicuramente ambizioso, che vuole unire il servizio di bar, ristoro e l’offerta di servizi alla persona con un’idea di un luogo di comunità incentrato sui temi del welfare generativo, della rigenerazione urbana e dei legami comunitari.

Dichiara Dafne Guida, Presidente Coop. Stripes:
«Siamo pronti ad affrontare questa sfida perché crediamo che le cooperative, che vantano competenze specifiche su temi cosi importanti, debbano lavorare insieme alle Amministrazioni comunali per poter costruire insieme dei luoghi come “Extrachiosco”, luoghi aperti, in ascolto, di interconnessione e in grado di promuovere pratiche extra-ordinarie per cui un luogo come un bar è stato a suo tempo pensato».

Il 29 maggio oltre all’evento “Cura e pulizia del Parco Vita” organizzata dall’Amministrazione Comunale dalle 9.30, si potrà partecipare all’attività “Un chiosco X…” primo momento per iniziare ad immaginare insieme il futuro di questo nascente progetto.

Dalle 12 ci sarà anche un aperitivo offerto dal Comune Solidale e preparato da noi di Trattoria Solidale!

Il sindaco di Solaro Nilde Moretti commenta:
«Crediamo moltissimo in questo progetto sociale, anche per dare l’opportunità alle categorie fragili di integrarsi attraverso gli inserimenti in ambito lavorativo. È una novità per noi e per Solaro, la prima volta che il chiosco del nostro parco sarà gestito da enti del terzo settore impegnati in progetti sociali e pensiamo che presto si possa estendere la collaborazione anche alle associazioni del nostro territorio. È una sfida, perché la gestione economica in campo sociale è più complicata rispetto al campo commerciale, ma siamo molto fiduciosi nell’abilità e nell’esperienza dei due soggetti assegnatari e crediamo che possa essere un’iniziativa proficua sotto tutti i punti di vista».

Copyright © 2021 TrattoriaSolidale. All Rights Reserved.